Castiglione Messer Marino

Nel Museo delle Tradizioni Familiari si raccoglie la narrazione di una storia, con sullo sfondo Castiglione Messer Marino, che, dall'alto della sua posizione, sovrasta valli e colline, che a loro volta fanno da cornice verdeggiante alle case che si adagiano su una lieve montagna, allineate quasi a voler caratterizzare l’altura con la lettera iniziale del nome del paese.
La speciale narrazione museale è scritta dalle parole della gente, che ancora vive di tradizioni tramandate oralmente dalle famiglie, ai cui ricordi si dà rilievo come se si trattasse di documenti e libri.
L’ esposizione di oggetti nel museo è suddivisa in 4 ambienti, ma più di altro sono i volti immortalati nelle foto a raccontare i modi di vivere e sopravvivere delle genti.

  

 

Il Museo nasce nell’anno 2000 allo scopo di valorizzare, in un tempo frenetico, i valori che la famiglia ha trasmesso e di cui a Castiglione Messer Marino c’è ancora viva testimonianza.
Prima l'Associazione Turistica Pro-Loco ed ora l'Associazione "La Goccia Onlus" hanno voluto propongono col museo e nel museo non una semplice raccolta di oggetti, ma lo stimolo per ricostruire ciò è tanto caro all’immaginario collettivo castiglionese.
Dalla narrazione si comprende come il paese abbia avuto prima dell'avvento delle due guerre un sistema di vita volto alla sopravvivenza. Ostili gli sono state le condizioni climatiche, tanto che in inverno la presenza della neve bloccava i trasporti e le stesse comunicazioni, lasciandolo isolato ed ostili gli sono state anche le condizioni aspre del terreno, troppo pendente per consentire normali tecniche di agricoltura, anche se quest’ultima, insieme all'artigianato, ha mantenuto una salda presenza nel paese, rendendolo uno dei più economicamente attivi nella zona dell’Alto Vastese.
Il museo vuole aprire la strada alla ricostruire storica, anche se questa resta molto lunga, sia pure incoraggiata dalla forza nutrita dalla passione per la valorizzazione dell’identità di Castiglione Messer Marino.